Blog: http://Notes-bloc.ilcannocchiale.it

Urge Opposizione nella "Democrazia" italiana! E che sia più determinata, meno pilatesca e ... nonostante i pareri della maggioranza governativa nazionale ... meno, perché no, servizievole al Governo Berlusconi e più attenta anche alla politica estera!

 

Il Pd? Non esiste. Ne servirebbe uno...

Rina Gagliardi


L'intervista che Walter Veltroni ha rilasciato ieri alla Repubblica lascia, francamente, un po' sgomenti. Non solo e non tanto per il tono querulo di chi si sente assediato, o vittima di chissà quali complotti, e prova a fare la faccia feroce, anzi "cattivista". Non solo per il trionfalismo davvero fuori luogo di chi, in un Partito scombussolato come il Pd, arriva a dichiarare che fino a ieri (?) per il medesimo Pd «tutto andava per il meglio» e riesce ad attribuirsi, nientemeno, che la vittoria di Barack Obama alle presidenziali Usa. Ma per un ragione più generale e più seria. Di che cosa parla il leader del Pd, in una fase drammatica e ricca di sconvolgimenti come quella in corso? Di nulla. C'è la Seconda Grande Depressione mondiale, forse. C'è alle porte la guerra tra India e Pakistan, forse. C'è comunque in pieno svolgimento una crisi economica e sociale, qui e non solo qui, che prelude alla perdita di milioni di posti di lavoro. Ma Veltroni, a tutto questo, non dedica lo spazio di mezza analisi o di un quarto di proposte - come se fossero eventi o problemi secondari, che possono attendere il prossimo regolamento dei conti. Da questo punto di vista, per la verità, c'è qualcosa di surreale in tutto il "dibattito" del maggior partito di opposizione. Su che cosa ci sta scontrando così furiosamente e senza risparmio di colpi? Su quali concrete e riconoscibili ipotesi di "riformismo", su quali idee di società, su quali proposte? Un mistero, certo per quel famoso "common people" che avrebbe dovuto costituire, nelle intenzioni originarie, il vero riferimento di massa del nuovo Partito. Ma un mistero, lo confessiamo, anche per noi che tentiamo di occuparci di politica da più di trent'anni.
(continua www.liberazione.it p.5)


"Liberazione", 05/12/2008

Pubblicato il 5/12/2008 alle 10.44 nella rubrica Riflettendo su ....

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web