Blog: http://Notes-bloc.ilcannocchiale.it

Documento dell'Assemblea degli Studenti della Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Palermo

 

DOCUMENTO DELL'ASSEMBLEA DEGLI STUDENTI

DELLA FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE

Gli studenti della Facoltà di Scienze della formazione, riuniti in assemblea permanente dal giorno 22 Ottobre 2008, in continuità col movimento sviluppatosi in opposizione ai disegni governativi (legge 133/2008, DL 137/2008, DL 155/2008 e proposta di legge “Aprea”) volti a smantellare l'istruzione pubblica ed il sistema nazionale di formazione universitaria, assumono quanto precedentemente approvato dagli studenti della facoltà di lettere, costituiscono un comitato di mobilitazione straordinaria e sostengono:

l che l'attacco generalizzato al mondo dell'università e dell'istruzione pubblica nazionali, se concretizzato, comporterebbe una definitiva crisi ed una deriva sociale, politica e culturale dell'intero paese;

l che le attuali iniziative governative, figlie di una degenerazione ormai ventennale, rispondono ad un preciso piano che vede oggetto l'intera società e che si prefigge un'ulteriore precarizzazione e destrutturazione dei diritti del lavoro;

l che la trasformazione degli atenei in fondazioni private, sotto le mentite spoglie di una logica efficientista, concretizzerebbe una folle ingerenza degli interessi privati e dei connessi potentati economici nel mondo della ricerca e della didattica che perderebbero così ogni residuo di libertà e autonomia. Si inasprirebbero per di più le gravi barriere di classe e di reddito che già oggi si frappongono ad una fattiva concretizzazione del diritto allo studio;

l che il blocco delle assunzioni oltre a costituire lo strumento di effettivo dissanguamento graduale degli atenei, è di fatto ben lungi dall'intaccare realmente l'atavico sistema di privilegi e di gestione baronale che costituisce la triste norma del sistema universitario italiano. Il blocco delle assunzioni comporterebbe un'odiosa esclusione per migliaia di giovani ricercatori e lavoratori che vedrebbero così precluse le possibilità di realizzazione professionale e conseguentemente esistenziale;

l che lo smantellamento, fin dai primi livelli, del sistema scolastico lascia presagire la volontà di modellare una società basata sulla coercizione delle coscienze, sulla dequalificazione dei saperi e sulle disuguaglianze sociali che prosciugano la sostanza dei diritti fondamentali;

In particolare, gli studenti della facoltà di scienze della formazione, vista la presenza dei corsi di laurea e delle future figure professionali, direttamente investite dai provvedimenti in votazione il prossimo 29 Ottobre (dl 137/2008), esprimono totale opposizione alle misure proposte, (maestro unico, classi–ghetto), che comporterebbero gravissime conseguenze come l'inaccessibilità al mondo del lavoro e la dequalificazione delle figure professionali che la nostra facoltà forma.

Pertanto propongono:

l la convocazione di un consiglio di facoltà straordinario che si esprima ufficialmente in merito ai gravissimi provvedimenti governativi riguardanti il mondo della formazione;

l la strutturazione a partire dai giorni 27, 28 e 29 Ottobre di lezioni/discussioni sui temi della riforma in tutti i luoghi e in tutte le sedi possibili, compresi siti esterni e simbolici, come momento di sensibilizzazione e visibilità;

Gli studenti non intendono con questo documento difendere in alcun modo l’attuale sistema accademico, figlio di un ventennio di riforme insensate, bensì produrre un momento di confronto al fine di elaborare una strategia per apportare migliorie e razionalizzare il sistema universitario, ripensandolo a misura di studente e ricominciando ad investire sulla qualità della formazione più che sulla quantità.

Questa protesta rappresenta la nostra ultima occasione per bloccare il piano di riforme che sta investendo la società italiana a tutti i suoi livelli. Pertanto consideriamo le misure che si propongono in questa sede come la normale reazione ad una situazione di eccezionale emergenza.

Pubblicato il 24/10/2008 alle 21.34 nella rubrica Riceviamo da ....

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web