.
Annunci online

di Ignazio Licciardi
Poesia dai ... colori grigi. II,18.
post pubblicato in Dal mio cassetto, il 24 novembre 2014


18. [26.12.05, ore 00:30:32 II,18. ... e ne guardò l’insegna … v’era scritto ... “Ricordi”!] Uscì da quel … negozio … / si voltò / e ne guardò l’insegna; / v’era scritto ... “Ricordi”! / Il suo sguardo … / Poco alla volta scivolò via … / fino a veder basolato ben ordinato / e … piedi insaccati dentro scarpe … / sì, tanti piedi e … scarpe … / che correvano di qua e di là; / solo i suoi piedi e scarpe … fermi … / poi li vide muoversi / e sollevò lo sguardo / e intravide, prima, / mani intrecciate tra di loro, / mani che s’accarezzavano, / mani che si stringevano intorno alla vita / di tante … “lei” / e … poi, busti di uomini, / seni coperti di donne e … / volti, poi … / oh quanti volti vide quegli / e … li seguiva scorrer / in senso contrario al suo, / alcuni, e … altri che sembravano camminar col suo .. / finché ritrovò strada assolata … / girò ancora una volta lo sguardo / e non notò più … alcun insegna, / ma … un parco … dietro di sé … / ma … non v’era neppure Batuffolina … / la cercò, / ma … non la trovò! / Lontano, molto lontano … / scorse una Quercia / che non sapeva perché egli la guardasse così a lungo / come se rileggesse … i caratteri neri o rossi … / su fondo rosso o nero / di … quell’insegna … di prima … / tra la folla; / rigirò lo sguardo, / per riprendere … sua filosofia del camminare … / e la strada era assolata, deserta / e … in fondo, v’era un uomo … appoggiato ad un tronco d’albero … / con dei fogli in mano / e … costui leggeva; / null’altro in giro, / neppure auto, / né gatti, / né uccelli, / né farfalle, / né cani … / soltanto sé stesso, / la strada assolata, / quell’uomo / e l’albero / che … a sostenerlo stava / e … sì, fogli disordinati tra le / mani … di quegli … / di sé. / S’avvicinò, / ma l’uomo non lo vide … / perché proprio quegli continuava a leggere … intensamente / e anch’egli guardò su quei fogli / e … così vi lesse: / “Carissima, / mi permetto di inviarti questa eccezionale applicazione inviatami, proprio adesso in questo nostro ... particolare e, per me, triste, molto triste momento (“nulla succede a caso”, tu sempre dici … o, meglio … pardon, Tu dicevi! -): sai, non è affatto facile trovarla in giro, tale applicazione, mi scrive Irene che me l’ha donata, ma ancor più difficile è trovar chi la vende …. Spero che gradirai. Io l'ho già installata, sai … e ... funziona! Ma ti prego … nessuna compassione per chi ti scrive. OK? Non è una scusa, per scriverti … è che penso sia giusto che tutti, proprio tutti, vengano informati e sappiano che v’è un modo nuovo … tecnologico … per … / Ciao, t.v.b. - ma è un modo di dire … come un altro … stai tranquilla, nell’eventualità Tu mi leggessi …-, tuo … beh … una volta … tuo! / P.S.: fai girare. Ne abbiamo tutti un gran bisogno!!! nella speranza che qualcuno ti indichi il negozio dove si trovi questo software ... come m’ha detto Irene! Ecco … la …, beh … io in quella bottega ho trovata … // "INSTALLAZIONE: / Supporto Tecnico (S.T.): Sì, buongiorno? posso aiutarla? / Cliente (C.): Salve! Beh, dopo varie considerazioni, ho deciso di installare "Amore". Può guidarmi nel procedimento? / S.T.: Certo che posso aiutarla. È pronto ad iniziare? / C.: Beh, non sono molto esperto, ma penso di essere pronto. Cosa faccio per prima cosa? / S.T.: Il primo passo che deve fare è aprire il suo Cuore. Ha localizzato il suo Cuore? / C.: Sì, ma in questo momento sono aperti molti altri programmi. Va bene installare Amore mentre essi sono attivi? / S.T.: Quali programmi sono in funzione? / C.: Dunque … ho: Ferite del Passato, Bassa Autostima, Invidia e Risentimento attualmente in funzione. / S.T.: Non c'è problema, Amore cancellerà gradualmente Ferite del Passato dal suo sistema operativo. Potrebbe rimanere nella memoria permanente, ma non interferirà più con gli altri programmi. Amore col tempo sovrascriverà Bassa Autostima con un proprio modello chiamato Alta Autostima. Tuttavia lei deve chiudere completamente Invidia e Risentimento. Questi programmi impediscono la corretta installazione di Amore. Riesce a chiuderli? / C.: Non so come fare a chiuderli. Può spiegarmelo lei? / S.T.: Con piacere. Vada al menù avvio e richiami Perdono. Lo faccia tutte le volte che è necessario, fino a quando Invidia e Risentimento saranno cancellati completamente. / C.: OK, fatto! Amore ha iniziato ad auto installarsi. È normale? / S.T.: Sì, ma ricordi che lei ha solo il programma base. Deve cominciare a connettersi con altri Cuori per poterlo aggiornare. / C.: Ops! Ho già un messaggio di errore. Dice "Errore - il programma non funziona sui componenti esterni". Che devo fare? / S.T.: Non si preoccupi. Significa che il programma Amore è predisposto per funzionare sui Cuori Interni, ma non ha ancora girato sul suo Cuore. In termini non tecnici vuol dire, semplicemente, che lei deve Amare se stesso prima di poter Amare gli altri. / C.: Allora che cosa dovrei fare? / S.T.: Apra Auto Accettazione; poi clicchi sui seguenti files: Perdonati; Comprendi il Tuo Valore; e Riconosci i Tuoi Limiti. / C.: OK, fatto. / S.T.: Adesso li copi nella cartella "Il Mio Cuore". Il sistema sovrascriverà tutti i file conflittuali e comincerà a riparare i programmi difettosi. Inoltre, deve anche cancellare Autocritica Verbosa da tutte le cartelle e poi svuotare il Cestino per assicurarsi che sia eliminata definitivamente e che non torni mai più. / C.: Ce l'ho fatta. Ehi! Il mio cuore si sta riempiendo di nuovi files. Sul mio schermo c'è un sorriso e Pace e Soddisfazione si stanno autocopiando su Mio Cuore. È normale? / S.T.: A volte. Per altri ci vuole un po', ma alla fine tutto si sistema al momento opportuno. Quindi Amore è installato e funzionante. Ancora una cosa, prima di riagganciare: Amore è Gratuito. Si accerti di darne, insieme ai suoi vari modelli, a tutti quelli che incontra. Essi a loro volta lo condivideranno con altri e a lei ritorneranno dei modelli sempre aggiornati... (Grande è colui che non perde il suo cuore di bambino, in http://yogaworld.altervista.org/)” // Divorò, così, / anche questa lettera / che … in effetti, / non … leggeva affatto! / Lo conosceva a memoria … quel suo tentativo, / rubato in uno dei suoi archivi delle idee … / stupide … di cui era possessore … / ed usato come … idea “geniale”, / per … riprendere un contatto, / un minimo contatto / e … ricordava che, / mentre scriveva, / era totalmente illuso / che lei sarebbe stata presa / e trascinata da quella sua notizia, / sì … l’installazione … / ed era convinto che lei / avrebbe subito alzato la cornetta, / composto il suo numero di telefono, / per dirgli: “mi aiuti ad installare questa maraviglia! / Su, dai, vieni … / ti aspetto / e, poi, ceneremo insieme, / sai … in quel nostro solito locale … / nei pressi della Chiesa, / dove … la polizia municipale / ti scopre sempre in fallo / e ti lascia un pensierino tra parabrezza e tergicristallo destro? / Ah ah ah / Su, fa in fretta” … / Questo pensava quegli / e … però … viveva! / Poi … nulla! / Mentre … pure … pensava … / d’esser convinto che … / quell’uomo fosse ancora accostato all’albero, / in … quella giornata, / sempre più assolata, / nonostante il Sole … andasse a calare! / Sì, sembrava … che il tempo si fosse fermato! / E quegli … continuò a leggere lettere / che non v’erano più dinanzi a sé, / perché l’uomo era andato già via … / oppure lo scorgeva soltanto lui … / oppure era rientrato … / in sé! / E, così, leggeva / o … ricordava / o … inventava / e … così, poi, un’altra … / ritrovata … a caso … tra … quelle lettere … / che oramai erano … tutte … da lui … / soltanto da lui … e …lette, come … di nascosto … / ma … di nascosto da chi? Da cosa? / No … non voleva smettere, / non voleva … perder più quel contatto / che gli alfabeti donavano alla sua mente / persa e vagante / e … perduta / e navigante su una barca che dei remi era … priva / e … ondeggiava tra i flutti di un mare / che non faceva più intraveder / né costa né salvezza … / e, così … / bruciata la sua lingua dalla salsedine e dall’arsura: / “Illustrissima, / il Suo comportamento mi fa giungere conferme sul fatto che anche Ella, dall'alto della Sua "gaia" e acuta intelligenza, sa bene che l'amicizia è una "copertura", per far vivere insieme delle persone che, ogni tanto, non sapendo che fare, vi ricorrono. Sono veramente contento che anche Ella la pensa come me! Non poteva essere diversamente. Chi ha vissuto intensamente non può cadere nelle varie trappole disseminate per ogni dove su questo affascinante mondo. Se Ella avesse veramente creduto nell'amicizia, anche Ella avrebbe sentito il bisogno di "soccorrere" chi ne avesse avuto bisogno. Ma non è stato così! Non so, in effetti, se … essere veramente soddisfatto di ciò! Sa … riuscire a scoprire che qualcuno riesce ancora a credervi - nell'amicizia -, per me, sarebbe un sollievo e, perché no, una speranza di redenzione! Anch'io, anni addietro, mi ero illuso che tale "periodo" potesse stranamente "riemergere": ma è stato solo per un rapidissimo momento che si è subito … dissolto! / Detto ciò, Le comunico che un altro pezzetto di sogno - che io ho costruito, grazie, ancora una volta, a Lei - va a compiersi. / Sono, infatti, in partenza per … per quel … di cui Lei sa: tante volte, Ella … sa o, forse, ricorderà … che io sarei stato sul punto di abbandonare tale idea, se non avessi avuto in Lei conforto ed incoraggiamento. Avevo, pure, pensato di chiedere trasferimento verso altri lidi, ma non ho mai preso tale decisione, perché ho via via sempre più confermato la mia convinzione - oramai antica - che, quando si lotta, non lo si fa mai esclusivamente per se stessi, ma eminentemente per quegli altri i quali … da noi attendono grandi impegni, anche se poi, forse … per fortuna nostra … se ne dimenticheranno. / Io Le dovevo, comunque, questa precisazione, in nome della stima reciproca che ci accomuna, degli impegni di lavoro … che insieme abbiamo assunto sin dal momento della … dell' "?", nonché di quel particolare sentimento che, io ancor penso, ognuno possa chiamare come vuole: lei, per esempio, la chiama "amicizia", non riuscendo ad usarla, però, ahinoi, verso chi con gioia l'accoglierebbe; io, per esempio, trasformandola in altra forma, molto, ma molto più vivificante. / Spero, infine, che abbia istallato di già l'applicazione che io, ieri sera, mi sono permesso e premurato di inviarLe, perché potesse Lei stessa goderne e farne godere anch’altri, sempre se Ella, trovata la bottega, sarà … talmente generosa da donar tale applicazione anche ad altri! / Assolutamente certo che il Suo profondo senso dell'amicizia La spingerà alla comunicazione con chi Le si rivolge con le dovute e rispettose distanze, / La saluta cordialmente e con stima sempre più rinnovata, / Suo (il quale resta, comunque, sempre in attesa di una Sua gradita visita, già tante volte da Lei promessagli, ma mai compiutasi) / con la dovuta stima, / … / (Venerdì 2…/ 200?/ 9:08)” / E, poi … non contento … / un appunto … a seguire … / incollato su quella stessa missiva / che quegli credeva d’aver appena letta: / “…Visto che Lei non legge, - ma, basta con questo “Lei” ?! - … dunque, visto che Tu non leggi le mie lettere, mia cara …né, di conseguenza e chiaramente, rispondi ad esse, io, sai … rileggo le tue antiche e recenti, dalle quali ricavo, per esempio, un Tuo … "con te un legame ... di stima reciproca, di lavoro, ..." … che non mi piace affatto, ma che … mi fa sentir la Tua voce, il profumo del Tuo alito e, quindi, continuo ad amar pur quel semplice esempio … che t’ho ricondotto, forse, alla memoria Tua o, semplicemente e solidariamente, alla mia” / E, poi … / aggiungeva, / mentre accarezzava la corteccia di quell’albero / che lo riparava dal Sole cocente ...: / “Ti scrivo di nuovo e, poi, di nuovo ancora e … ancora: / Gentilissima, / ti scrivo in forza di quanto da te, un dì … esposto. / La stima non si discute, ma tu fai riferimento, pure, ad un legame di lavoro. Ciò mi deve, forse, fare intendere che tu vuoi mantenere oltre che i tuoi impegni di responsabilità di … - per l'appunto -"?" di …, anche quella di … di … / Scusami, ma ciò non risulta chiaro ancora oggi a diverse persone, non soltanto a me. Ti scrivo ciò, visto che tu non senti il bisogno di rispondere alle lettere - o telefonate - che altri ti inviano e/o ti rivolgono. Tu, in una Tua precedente, proponevi una … formata da tre persone. Io ti invitavo a riconsiderare la Tua posizione, perché ... (ma ... il motivo ... te l'ho già scritto!). Da ciò, ti prego, fai sapere a noi qualcosa in proposito, purché Tu sia assolutamente certa che tutti noi desideriamo da te una sola risposta che vorremmo si leggesse così: "io sono ben lieta di assumere l'incarico non solo di … ma anche quello di …", oppure, sappi che a noi basterebbe un semplice "OK"! / Spero che le tue "cose" procedano per il giusto verso … che ti stia riposando e che tu … stia gioendo per il meritato riposo, / con stima, / … per sempre / P.S.: se non vuoi rispondere direttamente a me - e non saprei per quale ragione! - fai in modo che io … anche indirettamente, venga a conoscenza della Tua decisione. Ti ringrazio, sperando, chiaramente, che la Tua scelta venga a coincidere con quanto da tutti noi ampiamente desiderato e voluto. Restiamo, tutti, in trepidante attesa - e ciò, credimi, senza alcuna ironia! -. / Anche un semplice OK! Ricorda! / (Sabato,3, 14:28)” / E, poi … / un altro fulmine / improvviso … così v’era scritto su un appunto … alligato … /

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. poesia colori grigi danza

permalink | inviato da Notes-bloc il 24/11/2014 alle 23:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia aprile        dicembre
il mio profilo
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv