.
Annunci online

di Ignazio Licciardi
2005: dal 2 Gennaio 2005 all' ... 11 Aprile 2006 (pagg.16)
post pubblicato in Caro papà, ..., il 11 aprile 2006


Carissimo papà,

Ti scrivo, mi rivolgo a Te perché son certo che Tu mi vorrai ascoltare, né giammai Ti stancherai di farlo!

Oggi è l’11 di Aprile 2006, papà!

E’ un gran giorno per l’Italia, anche se codesta “espressione geografica” è stata, come giammai prima, spezzata in due dall’arroganza e dalla presunzione e dalla falsità del berlusconismo che non ha fatto più distinguere il vero dal falso ai suoi ipnotizzati sostenitori ed elettori!

L’Unione di Prodi, di Fassino, di Rutelli e di Parisi, di Fausto Bertinotti e di Diliberto e Pecoraro Scanio, e di Di Pietro e di Leoluca Orlando, di Mastella e la Bonino con Boselli, per il momento, ha cacciato via l’usurpatore e le sue squadre fasciste; sai a Vicenza, i suoi sostenitori, invece di applaudirlo, gridavano “Duce Duce” e lui, … vestito del delirio dell’onnipotenza!!! Sì, lo osannavano, per cultura lor, con tal triste nome non sol per la nostra Italia, ma per qualsiasi popolo che dovrebbe, invece, essere invogliato a pensar da sé e a riconoscer nell’altro la propria risorsa nascosta e rifondatrice! Sì, ossanavan costui che godeva d’epiteto, dopo aver apostrofato come “coglioni” tutti color che non avesser compreso suo programma “politico” (dieci paginette … pien delle solite bugie!), per poter “governare” per altri cinque anni la già scissa Italia! Sì, lo osannavan costoro! Sai, una mia cara conoscenza, Irene, dalla Sardegna mi ha mandato questa simpatica “fotografia scattata” da Pino, un poeta siciliano, ascolta:

«Ci sunnu l’uni e l’autri:

meghiu "cugli uni",

chi "cull’ autri"».

Mi ricorda un po’ le Tue battute istantanee e che sorprendevan sempre tutti color che attenzion Ti prestavano!

Beh, papà, adesso, ci attende la ricostruzione!

Sì, perché il berlusconismo, per l’Italia, ha avuto un effetto rovinoso ed anch’io, a cominciar da oggi, cercherò d’esser partecipe della ricostruzione di un’Italia unita, non proprio come Te, allora, Tu reduce dalla Guerra e da essa reso invalido per una scheggia che ti trapassò la guancia, tranciandoti della parol … lo strumento! Ma la parola Tua rivisse subito per le illuminate mani di chi ebbe a curarTi e a rigenerarTi e … ci insegnasti, così, tante cose che io ricordo sempre, perché sagge si mostravano allora e, quando non subito, … con il passar del tempo, anche nell’urlo e nell’ira che Ti facevano, spesso, inveir contra alle ingiustizie dei Potenti e alle ripetute rese dei troppo miseramente deboli e incapaci a reagir alle violenze dei prepotenti e degli ingiusti.

Sai, papà, oggi, una pioggerellina fresca ha cacciato via lo scirocco umido, quasi a cominciar disinfestazion e, … “poi  - Tu mi chiedi –“? Sì, lo sai già che quei bravi esponenti della Polizia di Stato hanno tra le man loro e alla Giustizia consegnato, proprio oggi, 11 Aprile 2006 – giorno da non dimenticare per rinnovata Liberazione -, quel capo dei capi della mafia che tante stragi e … sbandamenti ha procurato nella nostra tormentata terra di Sicilia e d’Italia e del Mondo!

Ciao, papà, mentre rivedo Te che mi dicevi …, mentre ritagliavi i Tuoi articoli, per Te, migliori, … di legger quel titolo e quell’altro e quall’altro ancora, e volevi che io t’ascoltassi e … leggevi, leggevi, leggevi … ed io, sì, Ti guardavo, rivedendo il … passato, e … Ti ascoltavo …,

ciao, papà …

Ignazio

PA, 11 Aprile 2006

 

 




permalink | inviato da il 11/4/2006 alle 22:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Sfoglia marzo        maggio
il mio profilo
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv